RECENSIONE: Wink Relay

  • by

Un po ‘di smalto da qualcosa di eccezionale.

Controllare l’intera casa con il telefono è fantastico … Finché non riesci a trovare il telefono.

Lo smartphone è il più vicino al telecomando ideale che avremo per le nostre case, ma viene comunque fornito con una serie di avvertimenti; si perdono nei cuscini del divano, esauriscono la batteria e possono essere facilmente dominati dalle dita dei bambini ricoperte di yogurt (almeno a casa mia).

Per questo motivo, Lauren e io abbiamo guardato il pannello a parete Wink Relay per un po ‘di tempo. Come ho accennato nel nostro primo sguardo poco tempo fa, stavamo inizialmente pensando di montare alcuni iPad sul muro prima di scoprire la soluzione di Wink. Tutto ciò che abbiamo letto al riguardo da allora fa sembrare che il relè sia una soluzione su misura per la nostra situazione.

La staffetta è tutto ciò che speravamo sarebbe stato? Continuate a leggere per scoprirlo!

Cosa pretende di fare?

Il Wink Relay afferma di essere un pannello di controllo truccato per la tua casa che sostituisce un interruttore della luce standard con un touchscreen da 4,3 “, due interruttori digitali e una vasta gamma di sensori. Funziona da solo o in combinazione con l’ hub Wink da $ 50 che aggiunge compatibilità con molti altri protocolli.

Specifiche / Contenuto della confezione

  • 6.6 “x5.9″ x1.2”
  • Si installa in una scatola singola / doppia (maggiori dettagli su questo sotto)
  • Touchscreen capacitivo da 4,3″
  • Esegue la versione personalizzata di Android e l’app Wink
  • Microfono e altoparlante per funzionalità intercom
  • Include pannello a parete, spelafili, cacciavite, viti, connettori per cavi, bottoni a pressione e manuale utente.

The Relay suona abbastanza bene sulla carta… Allora come funziona nella vita di tutti i giorni? Continuate a leggere per scoprirlo.

Guardare e sentire

Il relè è certamente un piccolo gadget attraente; le sue linee eleganti e le finiture lucide sembrano proprio a casa in una casa moderna.

La costruzione dell’unità stessa è immacolata e la plastica lucida (con una finitura bianca dietro) è particolarmente attraente. Sicuramente supera il “test della moglie”, poiché Lauren e io ci siamo fermati più volte mentre passiamo solo per ammirare il design.

Mi è piaciuto anche il sensore di prossimità che attiva lo schermo ogni volta che qualcuno è nelle vicinanze. È bello avere un promemoria frequente dell’ora e della temperatura e un semplice tocco fa apparire il resto dell’interfaccia Wink. Mi piacerebbe se il team Wink aggiungesse più personalizzazione alla schermata di standby in futuro (pensa alle foto di famiglia, notifiche aggiuntive, ecc.).

I due pulsanti fisici sul pannello sono programmabili, ma possono funzionare come un tipico interruttore della luce per impostazione predefinita (premere una volta per accendere, premere di nuovo per spegnere). Sono un po ‘molli sulla stampa (e vorrei che avessero un feedback un po’ più tattile), ma fanno il lavoro bene.

Prestazioni ed esperienza utente

Installazione

Non mentirò … Installare il relè è stato un po ‘intimidatorio. Dopo aver disimballato l’unità e aver letto le istruzioni d’installazione, il relè ha in realtà una serie estremamente rigida di linee guida per dove può essere installato:

  • Può essere utilizzato solo con fili di rame o rivestiti di rame.
  • Può essere installato solo in una scatola di derivazione per carichi leggeri (una scatola di derivazione che controlla solo le luci).
  • Può essere utilizzato solo in una scatola singola o doppia. Non installare in un’unità box multi-gang.
  • Può essere utilizzato solo in una scatola singola o doppia in cui è presente un filo neutro.
  • Sostituisce solo interruttori della luce singoli o doppi non collegati a una presa CA.
  • Se si dispone di un router Dual Band, il relè può connettersi solo alla banda a 2,4 GHz da quel router.
  • Si collegherà solo alla crittografia di sicurezza WPA e WPA2. WEP non è supportato.

Questo è un elenco di restrizioni piuttosto hardcore. Questo mi ha lasciato solo due punti per installarlo nella nostra casa attuale (per i test), e dovrò aggiungere alcune scatole di gang nel nostro nuovo posto solo per compensare la serie di regole pignole del relè.

Per quanto riguarda l’installazione effettiva, mi ci è voluto un po ‘per capire cosa stavo facendo. Ho dovuto leggere il cablaggio e ho impostato con molta cautela il pannello con gli strumenti forniti (che hanno funzionato bene). Se sei come me (non un elettricista, come consigliato), le istruzioni probabilmente non offriranno molto aiuto.

Una volta che l’elettricità è arrivata all’unità, il resto è stato indolore. Si monta al muro con alcune semplici clip (incluse) e il processo d’installazione del software è stato pulito e diretto. Tutto quello che dovevo fare era collegarlo alla nostra rete WiFi, accedere con il mio account Wink e tutti i miei gadget collegati a Wink erano pronti per essere utilizzati.

Uso quotidiano

L’interfaccia del relè è come una versione abbinata dell’app per smartphone Wink. L’ora, il meteo e le scorciatoie Wink vengono visualizzate nella schermata iniziale e i tuoi dispositivi e l’attività Wink sono a portata di mano. Il meteo si espande in una visualizzazione leggermente più informativa con un tocco e alcune impostazioni di alto livello sono disponibili quando tocchi l’icona dell’ingranaggio.

Scorciatoie, luci, lucchetti e altri dispositivi sono controllati in modo identico all’app per smartphone, a eccezione della possibilità di aggiungere un nuovo dispositivo (dovrai usare il tuo telefono per questo). Tutto sembra reattivo come sei abituato dall’app mobile, impiegando in media 2-3 secondi per rispondere ai tuoi comandi.

Se gli interruttori fisici del relè sono collegati a luci cablate (le mie lo sono), la risposta è istantanea come un normale interruttore a parete. Quelle luci cablate si trasformeranno anche in luci appena disponibili nell’app Wink, il che è un ulteriore vantaggio molto utile. Puoi anche programmare questi interruttori per controllare una varietà di altre funzioni, inclusa l’attivazione di un collegamento Wink. Ci sono un sacco di potenziale fantastico lì.

Nell’uso quotidiano, il relè funziona abbastanza bene. Il software ha un bell’aspetto ma è stranamente poco cotto rispetto alle app mobili, cosa che non mi aspettavo. Ho riscontrato alcuni piccoli inconvenienti in cui il relè non rispondeva; quelli sembrano essere correlati a un’interruzione di rete da parte di Wink o a singhiozzi WiFi da parte nostra. In entrambi i casi, sembra che il Relay riavvii semplicemente il suo backend Android e torni alla normalità in pochi minuti.

Altri pensieri

Lo schermo ha una risoluzione simile a quella dell’iPad di prima generazione, che impallidirà accanto al tuo smartphone Quad-HD anche se in pratica sembra a posto. È molto luminoso e gli angoli di visione sono accettabili.

Il software è solo un po ‘lento, ma generalmente abbastanza reattivo. Immagino che una versione precedente di Android stia alimentando il tutto. Devo ammetterlo, ho un po ‘di apprensione che l’unità possa essere seriamente datata e forse anche obsoleta dopo alcuni anni sul mio muro. Si spera che non sia così.

I sensori inclusi nel relè sono sorprendentemente interessanti. Tramite un pannello aggiunto di recente nell’app Wink, posso vedere le letture di temperatura e umidità dal relè e dal mio termostato Nest sullo stesso schermo. Non faccio molto con quei dati ora, ma è comunque divertente averli.

Sono entusiasta della funzionalità interfono (prevediamo di averne quattro nel nuovo posto), ma non ho ancora avuto la possibilità di testarlo con un solo pannello Relay installato per il test.

Integrazione con altre piattaforme

Fuori dagli schemi, il relè può integrare dispositivi domestici intelligenti utilizzando WiFi, Bluetooth e i protocolli ZigBee. Aggiungi un Wink Hub al mix (come abbiamo fatto noi) e otterrai supporto per Z-Wave, Lutron e quasi tutti i protocolli di casa intelligente sul mercato. È ovvio che il sistema Wink è ancora agli inizi, ma quando funziona come previsto, è difficile battere la compatibilità e la funzionalità per il prezzo.

Qualità e affidabilità costruttive

Ho già coperto la qualità di costruzione sopra … Siamo davvero contenti del design, della finitura e della cura generale che sono state impiegate nella realizzazione del pannello. Non ho assolutamente lamentele.

L’affidabilità, tuttavia, è sicuramente una preoccupazione per il relè e l’unità Hub stessa. Può essere un po ‘buggato e la sua dipendenza dal cloud Wink per funzionare (deve parlare con i loro server prima di poter parlare con i tuoi dispositivi) potrebbe essere una responsabilità. Per fortuna, la maggior parte dei problemi che ho avuto con esso sembrano essere facilmente risolti con il software. Sto testando lo stesso Wink Hub da alcuni mesi ed è diventato notevolmente più stabile e ricco di funzionalità su base quasi settimanale. Spero che la tendenza continui con la staffetta, che è sul mercato da meno di un mese a questo punto.

Per ora, sarò ottimista.

Accessibilità

Il relè è $ 299 e costruito per un mercato specifico molto specifico. Devi usare Wink. Per avere una configurazione elettrica molto specifica. Devi avere una solida rete WiFi. Devi anche avere la pazienza di un early adopter.

Tuttavia, se hai tutte queste cose, la combinazione di un ottimo design e una grande quantità di funzioni rende Relay un prodotto a prezzi ragionevoli e convincente per la casa intelligente basata su Wink. Non è (attualmente) la soluzione per tutti, ma vale la pena prenderla in considerazione e, si spera, migliorerà con il tempo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Solve : *
8 × 13 =